Bicarbonato Nel Bucato, Chat Banco Di Sardegna, Buon Compleanno Paola Fiori, Lectio Divina Vangelo Della Domenica, Another Brick In The Wall Accordi, Accordi Mia Martini, Alessandro Barbero - Youtube, Quanto Prende Beyonce, Insieme Mina Accordi, Case In Vendita Roma Privati Centro Storico, Happy Birthday Love Of My Life, " /> Bicarbonato Nel Bucato, Chat Banco Di Sardegna, Buon Compleanno Paola Fiori, Lectio Divina Vangelo Della Domenica, Another Brick In The Wall Accordi, Accordi Mia Martini, Alessandro Barbero - Youtube, Quanto Prende Beyonce, Insieme Mina Accordi, Case In Vendita Roma Privati Centro Storico, Happy Birthday Love Of My Life, " />

Archivio News

News Archive

Mossadeq: l'Iran, il petrolio, gli Stati Uniti e le radici della rivoluzione islamica. [9] Il figlio ventiduenne, Mohammad Reza Pahlavi, divenne scià. L'amministrazione Eisenhower vide l'operazione Ajax come un successo con «effetti immediati e profondi. [17], Mossadeq provò a negoziare con la Anglo-Iranian Oil Company, proponendo un accordo basato sul compromesso del 1948 tra il governo venezuelano di Rómulo Gallegos e la Creole Petroleum col quale i profitti sarebbero stati divisi al cinquanta percento tra Iran e Regno Unito, ma quest'ultimo, contro le raccomandazioni degli Stati Uniti, rigettò il compromesso ed iniziò a tramare per indebolire e rovesciare il governo iraniano. 1956. [36], Il governo formò la SAVAK, una polizia segreta, in gran parte costituita da agenti addestrati negli USA. Tutto ciò è ben noto. Per la prima volta dal 1958, The Guardian ha fornito prove che dimostrano il ruolo di un ufficiale dell'MI6 nel colpo di stato del 1953 in Iran. Dopo un voto di fiducia del parlamento Mossadeq venne nominato primo ministro dallo scià in sostituzione di Hossein Ala, che a sua volta sostituiva il deceduto Razmara. Come sottolinea Foreign Policy, gli Stati Uniti avevano sin qui sempre negato ufficialmente, nonostante alcune prese di posizioni importanti, ogni coinvolgimento diretto nel golpe che portò all’instaurazione della dittatura di Muhammad Reza Pahlavi. Le conseguenze ambigue. Office of the Military Governor of Teheran: Black Book on Tudeh Officers Organization. Entro il 1951 il Fronte Nazionale aveva guadagnato la maggioranza dei seggi nel Majlis, il parlamento. Una di queste è il colpo di stato del 19 agosto (28 mordad nel calendario persiano), denominato Operazione Ajax, progettato e realizzato con l'obiettivo di mettere fine all'esperienza di un governo reo di voler rendere il proprio paese indipendente dal punto di vista economico e politico. Era stata anche organizzata una forza militare per condurre una guerriglia nel caso in cui i comunisti del Partito Tudeh avessero approfittato del caos per cercare di prendere il potere. [37] Ciò nonostante lo scià reagiva nei confronti dei dissidenti in maniera più mite rispetto ad altri autocrati. 9.2001 New York, 1953 Colpo di stato in Iran, 7. [9][12][14], Zahedi, che era ancora a piede libero, si incontrò in segreto con l'ayatollah Mohammad Behbahani e con altri sostenitori dello scià, elaborando un nuovo piano che venne finanziato dalla CIA con i cosiddetti «Behbahani dollars». Come osserva Massimo Campanini, «esso rappresentò una provocatoria interferenza negli affari interni di un paese sovrano e comunque favorì la nascita di un regime dittatoriale, ma consono alla visione strategica dell’Occidente». Secretary Albright's Speech regarding Iran, Il Premio. L'embargo britannico dei porti iraniani significava che l'Iran era lasciato senza accesso ai mercati dove poteva vendere il suo petrolio. [14] Il disegno di legge generò una grande ondata di nazionalismo, ma allo stesso tempo mise l'Iran contro i britannici. [6][7][8] Grandi proteste popolari obbligarono Mozaffar a riconoscere la costituzione del 1906, nonostante questa limitasse i suoi poteri. Iqna - Ieri il popolo iraniano ha ricordato il sessantasettesimo anniversario del colpo di stato che ha rovesciato il governo di Mohammad Mosaddegh Iran: 67 anni dopo il … [33], Fu il Tudeh a subire la maggior repressione. Browne, Edward G., "The Persian Revolution of 1905–1909", Mage Publishers (July 1995). Il presidente del parlamento, l'Ayatollah Kashani, principale sostenitore religioso di Mossadeq, stava diventando sempre più ostile a causa della riluttanza di quest'ultimo a trasformare l'Iran in uno Stato islamico, mentre Mossadeq si stava allontanando sempre di più da Kashani, che stava causando grande instabilità politica in Iran. Nel giugno 2009 Barack Obama nel suo discorso all'Università al-Azhar a Il Cairo, in Egitto, ha parlato delle relazioni degli Stati Uniti con l'Iran, menzionando il ruolo degli USA nel golpe del 1953: «This issue has been a source of tension between the United States and the Islamic Republic of Iran. [25], Dopo un tentato assassinio nei suoi confronti e di uno dei membri del suo gabinetto ordinò l'incarcerazione di dozzine di oppositori politici, attirandosi l'accusa di essere un dittatore e di diffondere la rabbia nel popolo. Il governo dello scià tentò di risolvere la questione della nazionalizzazione con questo metodo, e l'Iran iniziò a svilupparsi rapidamente durante il suo regno. [14], Preoccupato per gli interessi britannici in Iran e, grazie al Tudeh,[9] facendo credere che dietro il nazionalismo iraniano ci fossero davvero i sovietici, il Regno Unito convinse il segretario di stato statunitense John Foster Dulles che l'Iran stava cadendo in mano all'Unione Sovietica, e che proprio il confine con l'URSS rendeva strategicamente appetibile un Iran filo-americano che si aggiungeva alla Turchia, membro della NATO e anch'essa confinante con i sovietici. [48], In Iran il libro di Stephen Kinzer All the Shah's Men: An American Coup and the Roots of Middle East Terror ha subito la censura delle descrizioni delle attività di Kashani durante il colpo di stato. Ci unimmo con i britannici per distruggerlo; ci riuscimmo, e da allora il nostro nome non è stato onorato in Medio Oriente».[33]. La casa di Mossadeq venne presa d'assalto dai militari[5] (che spararono anche una granata) ed egli fuggì, per poi consegnarsi spontaneamente, essendosi rifiutato di reagire ulteriormente ai golpisti per evitare ulteriori spargimenti di sangue. Dopo l'incidente di Siakhal (1971) venne data carta bianca al SAVAK per torturare i dissidenti con la «forza bruta» che nel corso degli anni «aumentò vertiginosamente», ed almeno cento persone vennero giustiziate per ragione politiche durante il ventennio di governo Pahlavi. Gli oppositori vennero incarcerati ed in alcuni casi condannati a morte. Ayatollah Kashani: Precursor of the Islamic Republic? had installed the shah," Mr. Weiner notes. L'incidente lo lasciò in soggezione del potere americano, mentre gli fece odiare gli inglesi. Il Tudeh era allora ancora formalmente illegale, ma di fatto tollerato da Mossadeq e ben visibile nelle proteste e manifestazioni di piazza. Il 19 agosto degli infiltrati, spacciandosi per membri del Tudeh, organizzarono una «rivoluzione comunista», incoraggiando i veri membri del Tudeh ad unirsi a loro. Nell'agosto 1952 il primo ministro iraniano invitò un dirigente petrolifero americano a visitare l'Iran e l'amministrazione Truman gradì l'invito. Il Fronte Nazionale esercitò grandi pressioni affinché l'assassino di Razmara, Khalid Tahmasebi, venisse rilasciato e perdonato, dando così prova dell'importanza del movimento nella scena politica iraniana. L'operazione Ajax (nome ufficiale TP-AJAX per gli statunitensi, operazione Boot per i britannici) fu una missione coperta da segreto e promossa nell'agosto del 1953 dai governi del Regno Unito e degli Stati Uniti d'America per sovvertire il regime democratico dell'Iran, allora governato dal nazionalista Mohammad Mossadeq, che aveva da poco nazionalizzato l'industria petrolifera. [9] I leader nazionalisti in Iran divennero influenti cercando una riduzione degli interventi stranieri a lungo termine nel paese, specialmente le concessioni petrolifere che erano più profittevoli per l'occidente che per l'Iran. The joint U.S.-British operation ended Iran's drive to assert sovereign control over its own resources and helped put an end to a vibrant chapter in the history of the country's nationalist and democratic movements. Questo colpo di stato potrebbe essere costituito da diverse ondate; è successo in Iran nel 1953 [golpe contro Mossadeq ndr.]. [34], Oltre ai civili, anche 477 militari del Tudeh (22 colonnelli, 69 maggiori, 100 capitani, 193 tenenti, 19 sottufficiali e 63 cadetti) vennero catturati dalle forze armate iraniane. [48] Ervand Abrahamian suggerisce che il fatto che la morte di Fardoust venne annunciata prima della pubblicazione del libro possa essere significativo, dato che le autorità della Repubblica Islamica potrebbero averlo obbligato a scrivere tali dichiarazioni. Per raccontare quei giorni convulsi occorre fare prima un passo indietro. Obama: Usa coinvolti in colpo di stato del 1953 in Iran. Durante la seconda metà del XIX secolo le politiche di concessione sostenute dalla monarchia fronteggiarono sempre maggior opposizione. [9] Venne inoltre informato dalla CIA che anche lui sarebbe stato «deposto» se non si fosse adeguato al gioco, esperienza questa che per tutta la vita gli fece temere il potere americano, contribuendo così alle sue politiche pro-USA e al conseguente disprezzo dei britannici.[9]. Mossadeq indisse un referendum per dissolvere il parlamento e dare al primo ministro il potere di fare le leggi. Mossadeq, convinto che il pericolo fosse scampato, ordinò quindi ai suoi sostenitori e al Tudeh, che faceva da forza di polizia, di ritornare a casa. La Casa Bianca aveva pubblicato alcuni documenti relativi al colpo di stato già nel 1989, ma ogni riferimento esplicito nei confronti della CIA fu censurato. Sotto la sua direzione la CIA organizzò una serie di colpi di stato per eliminare capi di stato stranieri sgraditi agli USA. Quando lo Reza Pahlavi ritornò in Iran venne salutato da una folla festante; scrisse nelle sue memorie che, ad oltre dieci anni da quando era diventato re, per la prima volta sentiva che il popolo lo aveva “eletto” ed “approvato”, e che aveva un mandato popolare “legittimo” per portare avanti le proprie riforme (anche se alcuni nella folla potevano essere stati corrotti). «In Arabia Saudita, con estrema disapprovazione dei britannici, Washington avallò un accordo tra la ARAMCO e l'Arabia saudita nell'accordo 50/50 che ebbe eco in tutta la regione»,[13] un accordo che garantiva un'equa divisione dei profitti tra Stati Uniti e Arabia Saudita. Mentre il Regno Unito puntava a rafforzare il potere personale di Mohammad Reza Pahlavi per recuperare il controllo sui redditizi giacimenti petroliferi iraniani, gli Stati Uniti temevano che la crisi economica e politica dell'Iran potesse aprire la porta alla penetrazione sovietica in Medio Oriente in piena guerra di Corea. I britannici irritarono i persiani intervenendo nei loro affari interni ed anche nella rivoluzione costituzionale persiana. [1] Il referendum passò (con il 99,9% dei voti) e la dissoluzione del parlamento da parte di Mossadeq venne considerata un abuso dai suoi oppositori perché diede a se stesso un «potere totale». I sostenitori di Mossadeq (essenzialmente il solo Tudeh) diedero vita a violente proteste in piazza. Il volume retrospettivo fornisce nuove specifiche e intuizioni della operazione segreta. L'epica storia della corsa al petrolio, Mossadeq. Entro il 1925, sotto la sua influenza, il parlamento votò per rimuovere Ahmad Qajar dal trono, e Reza Kahn venne incoronato Reza Shah Pahlavi; la dinastia Pahlavi salì quindi al trono della Persia. Principali tappe storiche dell’Iran contemporaneo • La Rivoluzione costituzionale (1905-11) • Ascesa al potere di Mohammad Reza Palhavi (1941) • Colpo di Stato del 1953: caduta di Mossadeq • Autoritarismo, militarismo e secolarismo • Rivoluzione iraniana (1979) e islamica (1981) 7 • … Il primo ministro Ali Razmara, che si opponeva alla nazionalizzazione del petrolio adducendo ragioni tecniche,[14] venne assassinato dai fondamentalisti del Fedaiyan e-Islam, il cui leader spirituale, l'ayatollah Kashani (un mentore di Khomeini) era stato nominato presidente del parlamento dal Fronte Nazionale.[14]. It glosses over such sensitive issues as the crucial participation of the U.S. ambassador in the actual overthrow; the role of U.S. military advisers; the harnessing of local Nazis and Muslim terrorists; and the use of assassinations to destabilize the government. Decine di migliaia avevano perso il loro lavoro alla raffineria di Abadan, e anche se la maggior parte di loro capiva e sosteneva appassionatamente l'idea della nazionalizzazione, naturalmente tutti speravano che Mossadeq trovasse un modo di farli tornare al lavoro. 1901, maggio. [4] Hossein Fatemi, il ministro degli esteri, molto vicino a Mossadeq, venne condannato a morte e fucilato dalla guardia di corte il 10 novembre 1954, oltre ad «alcune dozzine di ufficiali militari e leader degli studenti che erano strettamente associati con Mohammad Mossadeq». La nuova costituzione però diede allo scià anche molti poteri esecutivi, come la facoltà di emettere decreti reali (i firmani), di nominare o licenziare primi ministri (dopo un voto di fiducia del parlamento) e metà del senato (che però non venne convocato fino al 1949),[9] di presentare progetti di legge e di sciogliere il parlamento. Rubbettino, 2009 ... Nel ricostruire in dettaglio il percorso che porta dalla nazionalizzazione del petrolio al colpo di Stato del 1953, Stefano Beltrame pone altrettanta cura nel collocare la … Concesse al Majlis, il parlamento, il potere di scrivere le leggi dopo essere stato eletto democraticamente e al primo ministro di firmarle e renderle effettive. Sarebbe stato un colpo di stato compiuto con metodi apparentemente legali». Fu a quel punto che Stati Uniti e Gran Bretagna, attraverso l’Operazione Ajax, decisero di intervenire e orchestrare il colpo di stato militare. Ed è facile capire perché oggi molti iraniani continuano ad essere infastiditi da quest'intervento da parte dell'America nei loro affari interni.». [10] Tra questi ultimi c'era Mohammad Mossadeq, che venne incarcerato nel 1940; l'esperienza del carcere fece maturare in lui un durevole disgusto per i governi autoritari e per la monarchia, e contribuì a far diventare Mossadeq un appassionato sostenitore della totale nazionalizzazione della Persia. L'Iran chiese alla Anglo-Iranian Oil Company (AIOC) un'analisi della contabilità per stabilire se tutte le royalty erano state effettivamente pagate, ma la Compagnia oppose un rifiuto intransigente che infastidì il popolo iraniano. Il golpe è stato orchestrato dal … [13] Per contrastarlo nel 1951 i britannici chiesero agli Stati Uniti di Harry Truman di aiutarli a rovesciare Mossadeq. [18], La Compagnia Petrolifera Nazionale Iraniana subì un calo di produzione a causa dell'inesperienza degli iraniani e degli ordini impartiti ai tecnici della AIOC di non lavorare con loro: iniziò così la crisi di Abadan. A partire dal momento dell‟approvazione, il colpo di Stato divenne essenzialmente una questione nordamericana, poiché il governo di Londra si occupò marginalmente della fase operativa. Nonostante gli iraniani contro la monarchia lo considerassero “imposto dall'esterno”, lo scià durante tutto il suo regno continuò a pensare di essere sostenuto da praticamente ogni iraniano, e cadde in una profonda depressione quando grandi folle nel 1978 chiesero la sua espulsione. Youtube: Redazione italiana. [54]», «Questo argomento è stato fonte di grande preoccupazione tra gli Stati Uniti e la Repubblica islamica iraniana. Secondo la costituzione la maggioranza dei partiti eletti in parlamento avrebbe dovuto dare un voto di fiducia al candidato a primo ministro, dopo il quale lo scià gli avrebbe conferito l'incarico. Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 18 dic 2020 alle 15:12. What is more, it places the coup in the context of the Cold War rather than that of the Anglo-Iranian oil crisis—a classic case of nationalism clashing with imperialism in the Third World.», «Il New York Times ha recentemente pubblicato un rapporto della CIA sulla deposizione angloamericana di Mossadeq, il primo ministro iraniano, nel 1953. Sotto l'autorità di Zahedi l'esercito lasciò le caserme e disperse i comunisti, per poi creare scompiglio in tutti gli edifici governativi in sostegno dei manifestanti. Nel 1923 diventò primo ministro costruendosi una reputazione da politico efficace e incorrotto.[10]. Le circa mille pagine di documentazione declassificata sul caso sono state rese note dalla stessa agenzia governativa … (VIDEO) Il colpo di stato dell'Iran del 1953, l'MI6 e il ruolo confermato di una spia britannica. Gli agenti britannici a Teheran «lavoravano per sovvertire» il governo Mossadeq, che cercava aiuto da Truman e dalla Banca Mondiale, ma senza risposte efficaci. Nel 1941, dopo l'invasione nazista dell'Unione Sovietica i britannici, le forze del Commonwealth delle nazioni e l'Armata Rossa invasero l'Iran. [9][10] La principale ragione dell'invasione fu quella di assicurarsi i giacimenti petroliferi iraniani e la ferrovia transiraniana, in modo da garantire rifornimenti all'Unione Sovietica. «I mass media elevano l'ayatollah Abol-Ghasem Mostafavi Kashani a vero leader della campagna per la nazionalizzazione del petrolio, dipingendo Mossadeq come un semplice parassita dell'ayatollah». Tali concessioni però non divennero mai effettive a causa della violenta opposizione, sia interna che da parte della Russia. Il Dipartimento di Stato rifiutò la richiesta dei britannici, anche perché «gli interessi petroliferi internazionali degli Stati Uniti erano tra i beneficiari degli accordi che seguirono la nazionalizzazione». Nel 1953 Kashani gli voltò le spalle e sostenne il colpo di stato privando Mossadeq del supporto dei religiosi per darlo allo scià. Nel maggio 1901, durante la fase dell'Impero britannico nota come Grande gioco, il sovrano persiano Mozaffar al-Din Shah Qajar rilasciò una concessione sessantennale per la ricerca di giacimenti petroliferi al britannico William Knox D'Arcy in cambio dell'alleggerimento del debito verso la potenza europea in termini considerati sfavorevoli per la Persia. Weiner argues that a bad C.I.A. [4] Secondo lo storico e giornalista Stephen Kinzer D'Arcy pagò ventimila sterline e promise un'uguale divisione della proprietà, più 16% di ogni ricavo futuro (il calcolo sarebbe spettato alla compagnia). 1.2015 Parigi, Chalmers Joihnson_Università San Diego in California, oriana fallaci, Papa Francesxco a Manila, Saddam Hussein e Kuwait, Terrorismo: Italia anni '70, Tiziano Terzani il 21 gennaio 2015 da ildamarino [9][14] L'alleanza ufficiosa tra il Tudeh e Mossadeq portò gli iraniani a temere il comunismo, e sempre di più spesso erano i comunisti a prendere parte ai raduni pro-Mossadeq e ad attaccare i suoi oppositori. Mossadeq venne destituito e scontò la pena agli arresti domiciliari fino alla morte, sopraggiunta nel 1967. [35] Quando venne rivelata la loro presenza alcuni sostenitori del Fronte Nazionale lamentarono che la rete militare del Tudeh avrebbe potuto salvare Mossadeq, anche se solo pochi militari comandavano unità di campo abbastanza forti da poter contrastare il golpe. [1] Nel processo che subì dopo il colpo di stato Mossadeq dichiarò che - secondo la monarchia costituzionale iraniana - lo scià non ha il diritto di ordinare il licenziamento del primo ministro senza il consenso del parlamento. Nel 1952 lo scià rimosse dall'incarico Mossadeq, sostituendolo con Ahmad Qavam (un navigato primo ministro), ma le proteste dei sostenitori di Mossadeq costrinsero lo scià a reinsediarlo immediatamente.[9]. The embargo had the effect of causing Iran to spiral into bankruptcy. Redazione. Potete seguirci sui seguenti Social Media: Instagram: @parstodayitaliano.

Bicarbonato Nel Bucato, Chat Banco Di Sardegna, Buon Compleanno Paola Fiori, Lectio Divina Vangelo Della Domenica, Another Brick In The Wall Accordi, Accordi Mia Martini, Alessandro Barbero - Youtube, Quanto Prende Beyonce, Insieme Mina Accordi, Case In Vendita Roma Privati Centro Storico, Happy Birthday Love Of My Life,


colpo di stato iran 1953

Mossadeq: l'Iran, il petrolio, gli Stati Uniti e le radici della rivoluzione islamica. [9] Il figlio ventiduenne, Mohammad Reza Pahlavi, divenne scià. L'amministrazione Eisenhower vide l'operazione Ajax come un successo con «effetti immediati e profondi. [17], Mossadeq provò a negoziare con la Anglo-Iranian Oil Company, proponendo un accordo basato sul compromesso del 1948 tra il governo venezuelano di Rómulo Gallegos e la Creole Petroleum col quale i profitti sarebbero stati divisi al cinquanta percento tra Iran e Regno Unito, ma quest'ultimo, contro le raccomandazioni degli Stati Uniti, rigettò il compromesso ed iniziò a tramare per indebolire e rovesciare il governo iraniano. 1956. [36], Il governo formò la SAVAK, una polizia segreta, in gran parte costituita da agenti addestrati negli USA. Tutto ciò è ben noto. Per la prima volta dal 1958, The Guardian ha fornito prove che dimostrano il ruolo di un ufficiale dell'MI6 nel colpo di stato del 1953 in Iran. Dopo un voto di fiducia del parlamento Mossadeq venne nominato primo ministro dallo scià in sostituzione di Hossein Ala, che a sua volta sostituiva il deceduto Razmara. Come sottolinea Foreign Policy, gli Stati Uniti avevano sin qui sempre negato ufficialmente, nonostante alcune prese di posizioni importanti, ogni coinvolgimento diretto nel golpe che portò all’instaurazione della dittatura di Muhammad Reza Pahlavi. Le conseguenze ambigue. Office of the Military Governor of Teheran: Black Book on Tudeh Officers Organization. Entro il 1951 il Fronte Nazionale aveva guadagnato la maggioranza dei seggi nel Majlis, il parlamento. Una di queste è il colpo di stato del 19 agosto (28 mordad nel calendario persiano), denominato Operazione Ajax, progettato e realizzato con l'obiettivo di mettere fine all'esperienza di un governo reo di voler rendere il proprio paese indipendente dal punto di vista economico e politico. Era stata anche organizzata una forza militare per condurre una guerriglia nel caso in cui i comunisti del Partito Tudeh avessero approfittato del caos per cercare di prendere il potere. [37] Ciò nonostante lo scià reagiva nei confronti dei dissidenti in maniera più mite rispetto ad altri autocrati. 9.2001 New York, 1953 Colpo di stato in Iran, 7. [9][12][14], Zahedi, che era ancora a piede libero, si incontrò in segreto con l'ayatollah Mohammad Behbahani e con altri sostenitori dello scià, elaborando un nuovo piano che venne finanziato dalla CIA con i cosiddetti «Behbahani dollars». Come osserva Massimo Campanini, «esso rappresentò una provocatoria interferenza negli affari interni di un paese sovrano e comunque favorì la nascita di un regime dittatoriale, ma consono alla visione strategica dell’Occidente». Secretary Albright's Speech regarding Iran, Il Premio. L'embargo britannico dei porti iraniani significava che l'Iran era lasciato senza accesso ai mercati dove poteva vendere il suo petrolio. [14] Il disegno di legge generò una grande ondata di nazionalismo, ma allo stesso tempo mise l'Iran contro i britannici. [6][7][8] Grandi proteste popolari obbligarono Mozaffar a riconoscere la costituzione del 1906, nonostante questa limitasse i suoi poteri. Iqna - Ieri il popolo iraniano ha ricordato il sessantasettesimo anniversario del colpo di stato che ha rovesciato il governo di Mohammad Mosaddegh Iran: 67 anni dopo il … [33], Fu il Tudeh a subire la maggior repressione. Browne, Edward G., "The Persian Revolution of 1905–1909", Mage Publishers (July 1995). Il presidente del parlamento, l'Ayatollah Kashani, principale sostenitore religioso di Mossadeq, stava diventando sempre più ostile a causa della riluttanza di quest'ultimo a trasformare l'Iran in uno Stato islamico, mentre Mossadeq si stava allontanando sempre di più da Kashani, che stava causando grande instabilità politica in Iran. Nel giugno 2009 Barack Obama nel suo discorso all'Università al-Azhar a Il Cairo, in Egitto, ha parlato delle relazioni degli Stati Uniti con l'Iran, menzionando il ruolo degli USA nel golpe del 1953: «This issue has been a source of tension between the United States and the Islamic Republic of Iran. [25], Dopo un tentato assassinio nei suoi confronti e di uno dei membri del suo gabinetto ordinò l'incarcerazione di dozzine di oppositori politici, attirandosi l'accusa di essere un dittatore e di diffondere la rabbia nel popolo. Il governo dello scià tentò di risolvere la questione della nazionalizzazione con questo metodo, e l'Iran iniziò a svilupparsi rapidamente durante il suo regno. [14], Preoccupato per gli interessi britannici in Iran e, grazie al Tudeh,[9] facendo credere che dietro il nazionalismo iraniano ci fossero davvero i sovietici, il Regno Unito convinse il segretario di stato statunitense John Foster Dulles che l'Iran stava cadendo in mano all'Unione Sovietica, e che proprio il confine con l'URSS rendeva strategicamente appetibile un Iran filo-americano che si aggiungeva alla Turchia, membro della NATO e anch'essa confinante con i sovietici. [48], In Iran il libro di Stephen Kinzer All the Shah's Men: An American Coup and the Roots of Middle East Terror ha subito la censura delle descrizioni delle attività di Kashani durante il colpo di stato. Ci unimmo con i britannici per distruggerlo; ci riuscimmo, e da allora il nostro nome non è stato onorato in Medio Oriente».[33]. La casa di Mossadeq venne presa d'assalto dai militari[5] (che spararono anche una granata) ed egli fuggì, per poi consegnarsi spontaneamente, essendosi rifiutato di reagire ulteriormente ai golpisti per evitare ulteriori spargimenti di sangue. Dopo l'incidente di Siakhal (1971) venne data carta bianca al SAVAK per torturare i dissidenti con la «forza bruta» che nel corso degli anni «aumentò vertiginosamente», ed almeno cento persone vennero giustiziate per ragione politiche durante il ventennio di governo Pahlavi. Gli oppositori vennero incarcerati ed in alcuni casi condannati a morte. Ayatollah Kashani: Precursor of the Islamic Republic? had installed the shah," Mr. Weiner notes. L'incidente lo lasciò in soggezione del potere americano, mentre gli fece odiare gli inglesi. Il Tudeh era allora ancora formalmente illegale, ma di fatto tollerato da Mossadeq e ben visibile nelle proteste e manifestazioni di piazza. Il 19 agosto degli infiltrati, spacciandosi per membri del Tudeh, organizzarono una «rivoluzione comunista», incoraggiando i veri membri del Tudeh ad unirsi a loro. Nell'agosto 1952 il primo ministro iraniano invitò un dirigente petrolifero americano a visitare l'Iran e l'amministrazione Truman gradì l'invito. Il Fronte Nazionale esercitò grandi pressioni affinché l'assassino di Razmara, Khalid Tahmasebi, venisse rilasciato e perdonato, dando così prova dell'importanza del movimento nella scena politica iraniana. L'operazione Ajax (nome ufficiale TP-AJAX per gli statunitensi, operazione Boot per i britannici) fu una missione coperta da segreto e promossa nell'agosto del 1953 dai governi del Regno Unito e degli Stati Uniti d'America per sovvertire il regime democratico dell'Iran, allora governato dal nazionalista Mohammad Mossadeq, che aveva da poco nazionalizzato l'industria petrolifera. [9] I leader nazionalisti in Iran divennero influenti cercando una riduzione degli interventi stranieri a lungo termine nel paese, specialmente le concessioni petrolifere che erano più profittevoli per l'occidente che per l'Iran. The joint U.S.-British operation ended Iran's drive to assert sovereign control over its own resources and helped put an end to a vibrant chapter in the history of the country's nationalist and democratic movements. Questo colpo di stato potrebbe essere costituito da diverse ondate; è successo in Iran nel 1953 [golpe contro Mossadeq ndr.]. [34], Oltre ai civili, anche 477 militari del Tudeh (22 colonnelli, 69 maggiori, 100 capitani, 193 tenenti, 19 sottufficiali e 63 cadetti) vennero catturati dalle forze armate iraniane. [48] Ervand Abrahamian suggerisce che il fatto che la morte di Fardoust venne annunciata prima della pubblicazione del libro possa essere significativo, dato che le autorità della Repubblica Islamica potrebbero averlo obbligato a scrivere tali dichiarazioni. Per raccontare quei giorni convulsi occorre fare prima un passo indietro. Obama: Usa coinvolti in colpo di stato del 1953 in Iran. Durante la seconda metà del XIX secolo le politiche di concessione sostenute dalla monarchia fronteggiarono sempre maggior opposizione. [9] Venne inoltre informato dalla CIA che anche lui sarebbe stato «deposto» se non si fosse adeguato al gioco, esperienza questa che per tutta la vita gli fece temere il potere americano, contribuendo così alle sue politiche pro-USA e al conseguente disprezzo dei britannici.[9]. Mossadeq indisse un referendum per dissolvere il parlamento e dare al primo ministro il potere di fare le leggi. Mossadeq, convinto che il pericolo fosse scampato, ordinò quindi ai suoi sostenitori e al Tudeh, che faceva da forza di polizia, di ritornare a casa. La Casa Bianca aveva pubblicato alcuni documenti relativi al colpo di stato già nel 1989, ma ogni riferimento esplicito nei confronti della CIA fu censurato. Sotto la sua direzione la CIA organizzò una serie di colpi di stato per eliminare capi di stato stranieri sgraditi agli USA. Quando lo Reza Pahlavi ritornò in Iran venne salutato da una folla festante; scrisse nelle sue memorie che, ad oltre dieci anni da quando era diventato re, per la prima volta sentiva che il popolo lo aveva “eletto” ed “approvato”, e che aveva un mandato popolare “legittimo” per portare avanti le proprie riforme (anche se alcuni nella folla potevano essere stati corrotti). «In Arabia Saudita, con estrema disapprovazione dei britannici, Washington avallò un accordo tra la ARAMCO e l'Arabia saudita nell'accordo 50/50 che ebbe eco in tutta la regione»,[13] un accordo che garantiva un'equa divisione dei profitti tra Stati Uniti e Arabia Saudita. Mentre il Regno Unito puntava a rafforzare il potere personale di Mohammad Reza Pahlavi per recuperare il controllo sui redditizi giacimenti petroliferi iraniani, gli Stati Uniti temevano che la crisi economica e politica dell'Iran potesse aprire la porta alla penetrazione sovietica in Medio Oriente in piena guerra di Corea. I britannici irritarono i persiani intervenendo nei loro affari interni ed anche nella rivoluzione costituzionale persiana. [1] Il referendum passò (con il 99,9% dei voti) e la dissoluzione del parlamento da parte di Mossadeq venne considerata un abuso dai suoi oppositori perché diede a se stesso un «potere totale». I sostenitori di Mossadeq (essenzialmente il solo Tudeh) diedero vita a violente proteste in piazza. Il volume retrospettivo fornisce nuove specifiche e intuizioni della operazione segreta. L'epica storia della corsa al petrolio, Mossadeq. Entro il 1925, sotto la sua influenza, il parlamento votò per rimuovere Ahmad Qajar dal trono, e Reza Kahn venne incoronato Reza Shah Pahlavi; la dinastia Pahlavi salì quindi al trono della Persia. Principali tappe storiche dell’Iran contemporaneo • La Rivoluzione costituzionale (1905-11) • Ascesa al potere di Mohammad Reza Palhavi (1941) • Colpo di Stato del 1953: caduta di Mossadeq • Autoritarismo, militarismo e secolarismo • Rivoluzione iraniana (1979) e islamica (1981) 7 • … Il primo ministro Ali Razmara, che si opponeva alla nazionalizzazione del petrolio adducendo ragioni tecniche,[14] venne assassinato dai fondamentalisti del Fedaiyan e-Islam, il cui leader spirituale, l'ayatollah Kashani (un mentore di Khomeini) era stato nominato presidente del parlamento dal Fronte Nazionale.[14]. It glosses over such sensitive issues as the crucial participation of the U.S. ambassador in the actual overthrow; the role of U.S. military advisers; the harnessing of local Nazis and Muslim terrorists; and the use of assassinations to destabilize the government. Decine di migliaia avevano perso il loro lavoro alla raffineria di Abadan, e anche se la maggior parte di loro capiva e sosteneva appassionatamente l'idea della nazionalizzazione, naturalmente tutti speravano che Mossadeq trovasse un modo di farli tornare al lavoro. 1901, maggio. [4] Hossein Fatemi, il ministro degli esteri, molto vicino a Mossadeq, venne condannato a morte e fucilato dalla guardia di corte il 10 novembre 1954, oltre ad «alcune dozzine di ufficiali militari e leader degli studenti che erano strettamente associati con Mohammad Mossadeq». La nuova costituzione però diede allo scià anche molti poteri esecutivi, come la facoltà di emettere decreti reali (i firmani), di nominare o licenziare primi ministri (dopo un voto di fiducia del parlamento) e metà del senato (che però non venne convocato fino al 1949),[9] di presentare progetti di legge e di sciogliere il parlamento. Rubbettino, 2009 ... Nel ricostruire in dettaglio il percorso che porta dalla nazionalizzazione del petrolio al colpo di Stato del 1953, Stefano Beltrame pone altrettanta cura nel collocare la … Concesse al Majlis, il parlamento, il potere di scrivere le leggi dopo essere stato eletto democraticamente e al primo ministro di firmarle e renderle effettive. Sarebbe stato un colpo di stato compiuto con metodi apparentemente legali». Fu a quel punto che Stati Uniti e Gran Bretagna, attraverso l’Operazione Ajax, decisero di intervenire e orchestrare il colpo di stato militare. Ed è facile capire perché oggi molti iraniani continuano ad essere infastiditi da quest'intervento da parte dell'America nei loro affari interni.». [10] Tra questi ultimi c'era Mohammad Mossadeq, che venne incarcerato nel 1940; l'esperienza del carcere fece maturare in lui un durevole disgusto per i governi autoritari e per la monarchia, e contribuì a far diventare Mossadeq un appassionato sostenitore della totale nazionalizzazione della Persia. L'Iran chiese alla Anglo-Iranian Oil Company (AIOC) un'analisi della contabilità per stabilire se tutte le royalty erano state effettivamente pagate, ma la Compagnia oppose un rifiuto intransigente che infastidì il popolo iraniano. Il golpe è stato orchestrato dal … [13] Per contrastarlo nel 1951 i britannici chiesero agli Stati Uniti di Harry Truman di aiutarli a rovesciare Mossadeq. [18], La Compagnia Petrolifera Nazionale Iraniana subì un calo di produzione a causa dell'inesperienza degli iraniani e degli ordini impartiti ai tecnici della AIOC di non lavorare con loro: iniziò così la crisi di Abadan. A partire dal momento dell‟approvazione, il colpo di Stato divenne essenzialmente una questione nordamericana, poiché il governo di Londra si occupò marginalmente della fase operativa. Nonostante gli iraniani contro la monarchia lo considerassero “imposto dall'esterno”, lo scià durante tutto il suo regno continuò a pensare di essere sostenuto da praticamente ogni iraniano, e cadde in una profonda depressione quando grandi folle nel 1978 chiesero la sua espulsione. Youtube: Redazione italiana. [54]», «Questo argomento è stato fonte di grande preoccupazione tra gli Stati Uniti e la Repubblica islamica iraniana. Secondo la costituzione la maggioranza dei partiti eletti in parlamento avrebbe dovuto dare un voto di fiducia al candidato a primo ministro, dopo il quale lo scià gli avrebbe conferito l'incarico. Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 18 dic 2020 alle 15:12. What is more, it places the coup in the context of the Cold War rather than that of the Anglo-Iranian oil crisis—a classic case of nationalism clashing with imperialism in the Third World.», «Il New York Times ha recentemente pubblicato un rapporto della CIA sulla deposizione angloamericana di Mossadeq, il primo ministro iraniano, nel 1953. Sotto l'autorità di Zahedi l'esercito lasciò le caserme e disperse i comunisti, per poi creare scompiglio in tutti gli edifici governativi in sostegno dei manifestanti. Nel 1923 diventò primo ministro costruendosi una reputazione da politico efficace e incorrotto.[10]. Le circa mille pagine di documentazione declassificata sul caso sono state rese note dalla stessa agenzia governativa … (VIDEO) Il colpo di stato dell'Iran del 1953, l'MI6 e il ruolo confermato di una spia britannica. Gli agenti britannici a Teheran «lavoravano per sovvertire» il governo Mossadeq, che cercava aiuto da Truman e dalla Banca Mondiale, ma senza risposte efficaci. Nel 1941, dopo l'invasione nazista dell'Unione Sovietica i britannici, le forze del Commonwealth delle nazioni e l'Armata Rossa invasero l'Iran. [9][10] La principale ragione dell'invasione fu quella di assicurarsi i giacimenti petroliferi iraniani e la ferrovia transiraniana, in modo da garantire rifornimenti all'Unione Sovietica. «I mass media elevano l'ayatollah Abol-Ghasem Mostafavi Kashani a vero leader della campagna per la nazionalizzazione del petrolio, dipingendo Mossadeq come un semplice parassita dell'ayatollah». Tali concessioni però non divennero mai effettive a causa della violenta opposizione, sia interna che da parte della Russia. Il Dipartimento di Stato rifiutò la richiesta dei britannici, anche perché «gli interessi petroliferi internazionali degli Stati Uniti erano tra i beneficiari degli accordi che seguirono la nazionalizzazione». Nel 1953 Kashani gli voltò le spalle e sostenne il colpo di stato privando Mossadeq del supporto dei religiosi per darlo allo scià. Nel maggio 1901, durante la fase dell'Impero britannico nota come Grande gioco, il sovrano persiano Mozaffar al-Din Shah Qajar rilasciò una concessione sessantennale per la ricerca di giacimenti petroliferi al britannico William Knox D'Arcy in cambio dell'alleggerimento del debito verso la potenza europea in termini considerati sfavorevoli per la Persia. Weiner argues that a bad C.I.A. [4] Secondo lo storico e giornalista Stephen Kinzer D'Arcy pagò ventimila sterline e promise un'uguale divisione della proprietà, più 16% di ogni ricavo futuro (il calcolo sarebbe spettato alla compagnia). 1.2015 Parigi, Chalmers Joihnson_Università San Diego in California, oriana fallaci, Papa Francesxco a Manila, Saddam Hussein e Kuwait, Terrorismo: Italia anni '70, Tiziano Terzani il 21 gennaio 2015 da ildamarino [9][14] L'alleanza ufficiosa tra il Tudeh e Mossadeq portò gli iraniani a temere il comunismo, e sempre di più spesso erano i comunisti a prendere parte ai raduni pro-Mossadeq e ad attaccare i suoi oppositori. Mossadeq venne destituito e scontò la pena agli arresti domiciliari fino alla morte, sopraggiunta nel 1967. [35] Quando venne rivelata la loro presenza alcuni sostenitori del Fronte Nazionale lamentarono che la rete militare del Tudeh avrebbe potuto salvare Mossadeq, anche se solo pochi militari comandavano unità di campo abbastanza forti da poter contrastare il golpe. [1] Nel processo che subì dopo il colpo di stato Mossadeq dichiarò che - secondo la monarchia costituzionale iraniana - lo scià non ha il diritto di ordinare il licenziamento del primo ministro senza il consenso del parlamento. Nel 1952 lo scià rimosse dall'incarico Mossadeq, sostituendolo con Ahmad Qavam (un navigato primo ministro), ma le proteste dei sostenitori di Mossadeq costrinsero lo scià a reinsediarlo immediatamente.[9]. The embargo had the effect of causing Iran to spiral into bankruptcy. Redazione. Potete seguirci sui seguenti Social Media: Instagram: @parstodayitaliano.

Bicarbonato Nel Bucato, Chat Banco Di Sardegna, Buon Compleanno Paola Fiori, Lectio Divina Vangelo Della Domenica, Another Brick In The Wall Accordi, Accordi Mia Martini, Alessandro Barbero - Youtube, Quanto Prende Beyonce, Insieme Mina Accordi, Case In Vendita Roma Privati Centro Storico, Happy Birthday Love Of My Life,


Dove siamo

Where we are

Contatti

Contacts

Azienda Agricola Mauro colpo di stato iran 1953
Via Filanda 100, 34071 Cormòns (GO) Italy

TEL/FAX: +39 0481 60998 MAIL: info@colpo di stato iran 1953mauro.it P.IVA 00534800313