Numero 35 Telefono, Giornata Mondiale 30 Settembre, Si Può Amare Dopo Un Mese, Carlo Pietropoli Instagram, Nomi Giornaliste Tg2, Nomi Di Frati, Come Superare La Rabbia Verso Una Persona, Webcam Bardolino Centro Nautico, " /> Numero 35 Telefono, Giornata Mondiale 30 Settembre, Si Può Amare Dopo Un Mese, Carlo Pietropoli Instagram, Nomi Giornaliste Tg2, Nomi Di Frati, Come Superare La Rabbia Verso Una Persona, Webcam Bardolino Centro Nautico, " />

Archivio News

News Archive

Ermanno Eandi Flavio Briatore (una voce decisa) /Via radio…. Immobile oceano di sabbia silente, divorato dal sole, frantumato dal vento, gigantesco turbante giallo dell’Africa, arida tovaglia con sporadici ricami d’oasi verde, lentamente attende . Naviga contro corrente, contro vento e contro tutti, un giorno un’orca sbranò i sogni, una zattera di morte e di delirio settantaquattro giorni lunghi mille anni, poi la salvezza ma non per tutti. Sport: pagina 1/43 di frasi inserite in PensieriParole. Simpatica la percussiva ripetizione del come Rivera, che diventa un motivo conduttore della poesia. Ed io in avanti con il vento degli anni andati non distinguo più il tuo sorriso ma ancora adesso la Domenica aspetto che ti svegli su quel divano. Giuseppe Demarch – Bologna La memoria di due voci: la prima roca e sportiva di Sandro Ciotti e l’altra simpatica e americana di Ruggero Orlando. Il rugby: uno sport rude, ma puro nei sentimenti, dove il vincitore, cavallerescamente, applaude lo sconfitto alla fine dell’incontro, lontano da diritti televisivi, moviole e altre diavolerie. Grazie Marco, per i preziosi versi. Una diretta nei ricordi, per una vittoria eterna. L’autore cerca un punto d’incontro tra il pugilato (realmente amato dall’artista francese) e il football che piace a lui, e infine ci delizia con una ficcante e pungente immagine, dove paragona gli indomiti Apache di Geronimo, che calano dall’alto del canyon e attaccano le “giacche azzurre,” all’ingresso in campo dei calciatori del Paris Saint Germain. (Ermanno  Eandi) A Valentino Rossi Il sogno del volo Libero nell’azzurro Rettifilo incrociato dei nodi Dell’esistere Corri come il vento sulle dune Lasci sudore e polvere Dietro a una scia di stelle Il sogno della corsa senza fine Che è questa vita Stretta in una morsa di poco significato L’assenza dell’atto eroico In questo vivere quotidiano Davvero quotidiano Non si compera il volo Sfugge la corsa al mercante Il tuo corpo adolescente che si piega Fino a sfiorare la terra che brucia Il modo giocoso che hai Di sfidare la morte E la vita insieme Che della stessa materia Ci stanno appiccicate addosso Vilma Viora (Torino) Versi introspettivi, magici, profondi, dedicati alle sensazioni che provoca il grande campione. Centro! Pittiamo di luce questo opaco mondo, rendiamoci trasparenti per amare tutti i colori e libriamoci nel cielo della giustizia. (Ermanno Eandi)Ippodromo Criniere gonfiate dal vento, manti pezzati che brillano i guizzi di muscoli tesi alla corsa, narici che soffiano forte il fumo del fresco dell’aria. Un grido di guerra maori che sale come un tuono Dall'alba dell'uomo Su un campo di rugby A rimembrare ancora Che la vita è lotta Ma questa volta sia almeno leale E che il guerriero atleta Dimostri il proprio coraggio Anche oggi è un buon giorno Per morire , n'est ce pas? Poi l’uncino si impigliò, folle arrembanti si insinuarono nel tuo galeone, uccelli di rapina, contrabbandieri, amici di falso aspetto e di sorriso vacuo, per mangiare la tua gloria, sacerdoti macabri di piaceri sterili. Una poesia sincera, di giusta condanna, ma con un finale che esalta l’anima di chi ama lo sport puro. Ma nessuno oggi appar paragonabile al pilota tedesco: è un opinione assai diffusa, non senza ragione; Michael sembra proprio inarrivabile. Bergomi milanista Anche tu nella grossa lista Degli insoddisfatti, dei delusi Da troppo tempo illusi, che qualcosa cambi nella favola di Bambi del brutto anatroccolo che non regge più il moccolo ma si esalta e Galliani il secondo eterno una volta ogni tanto salta come al Lotto un secco terno. Antonio Fabi Versi allegri e frizzanti partono dal presente e sfrecciano rombando nel futuro di Valentino. E infine la solitudine, quel senso di atroce libertà e silenzio, il non parlare se non con il proprio io per mesi. Ignari esprimete con quello antiche cose meravigliose sopra il verde tappeto, all'aria, ai chiari soli d'inverno. Gioia immensa realizzai il sogno della mia vita. Accanto a lui un ribollire di motori, scalpitano i secondi, il tempo diventa irreale. Ermanno Eandi Ci sono cose CI SONO COSE CHE NON SI POSSONO SCRIVERE SI POSSONO SOLO DIVIDERE SENSAZIONI DI INCERTEZZA TENSIONE CHE NON TROVA UNA RISPOSTA SI ACCAVALLANO COME NUBI DENSE LIBERE DI SCORRAZZARE SULLA PRATERIA DELLA CONSAPEVOLEZZA E ALLA FINE RIESCI A TROVARE IL BANDOLO DELLA MATASSA LASCIAR FUORI L'EGOISMO AIUTA RIDIMENSIONAMENTO NATURALE NON ESISTONO PERSONE SBAGLIATE ESISTONO SOLO PERSONE DIVERSE E FORTUNATAMENTE ...OGNUNO DI NOI LO E' GIUSEPPE ALOE', - PRATO (FI) Nelle sensazioni provocate della scelta di vivere c’è l’essenza della nostra storia, il vero sbaglio è il non essere diversi, o nel non comprendere la diversità degli altri. (Ermanno  Eandi) Il quarterback Lontano dal corpo difeso Tendevo le ali del lancio E la visione ripresa nei lacci Rimaneva nelle yards ostinate. (Ermanno  Eandi)  Calciatori Traditori Sentite cosa dico la storia che racconto, del grande calciatore che ha girato il mondo. Memorabili le tue sentenze al peperoncino, a volte eri spinoso come un fico d’india e talvolta eri dolce come il latte di mandorla e la cassata, il tuo cuore protetto da uno scrigno di spine per difendere la tua dolce sensibilità .Ciao Francesco Scoglio, nomade del football. Lascia alla grande Il combattente, Una vita bruciata Fuggendo dai fantasmi. Nello stagno delle yards, l’anatra imprendibile corre verso il suo destino con il suo difficile compito. Dobbiamo rispondere con determinazione davanti ad ogni sopruso e costruire con umiltà e zelo tutti i giorni, tassello dopo tassello, il muro della gioia. Per incoraggiarti e darti una spinta in più, abbiamo raccolto tutte le frasi belle sullo sport, quelle motivazionali e di augurio.Oltre alle classiche citazioni ed aforismi, vi troverai anche frasi sulle passioni sportive e dediche sulla vittoria ed il coraggio di non mollare.. Vediamo quindi quali sono le parole migliori per sé stessi o i pensieri più belli da condividere con i tuoi cari. Stefano Pastori (Milano) S’innestano le marce della vita, la rapida successione eleva lo spirito, icaro e centauro in volo d’asfalto dove plana la libertà e il vento ci sussurra l’immortalità d’un istante. Il sito fornisce servizi per l'edilizia con consulenze per tecnici, enti, cittadini. "dice un supporter convinto. (Ermanno  Eandi) Campioni e doping Una medaglia al collo, un’impresa epica, un’olimpiade o un tour vinto, una nazione ti ama, sentirsi un campione, un’atleta che fa sognare illudere chi non ha mai vinto; un giorno, una mattina una star poi una vita calpestata piena di sospetti, una leggenda cancellata dissipata nel doping. Che sia basket, calcio, ciclismo, nuoto o atletica, che sia praticato a livello amatoriale o agonistico, in palestra o all’aria aperta, non importa: quello che è importante è muoversi! Torna presto a trovarci ripetevo. Su un campo di periferia, alcuni ragazzi calciano la loro storia. creando quadri di fantasia! (Ermanno  Eandi) Non chiamiamo nubi Non dimentichiamolo. Labile è il confine fra gioco e sport, fra emulazione ed agonismo. lo sport e la poesia;le poesie sul calcio di umberto Saba. La poesia dello sport Lo sport in versi Sono alcuni esempi di versi pubblicati nella Rubrica "la poesia dello Sport" curata dal Poeta Ermanno Eandi, nata nel quotidiano "Tuttosport "e proseguita nel quotidiano "QS" (l'organo sportivo di QN, giornale che raggruppa "Il Giorno", "La Nazione" e "Il Resto del Carlino". Lo sguardo altero, da esseri superiori di certi commessi, convinti di perdere tempo con quel negro, che viene solo a farsi bello, ma non comprerà mai i loro pregiati capi. Riccardo Panero – Fossano (Cuneo) Una poesia limpida, felice, germoglia dal cuore, sfiora l’arpa dei sentimenti e colora di granata la gioia intensa e immensa della risalita in serie A… che bello! Alberto Presutti - Firenze L’ardua salvezza della Squadra Viola, contro tutto e tutti. E quel non far niente aspettando che ti svegli. Quindi si rifugia in gesti estremi, sgrana parole insicure, pronte ad essere fraintese. Pietro Treccani Il rito dell’equitazione, la sacralità del cavallo e la misticità del fantino, racchiusi in un tutt’uno, come un corpo solo, un centauro di armonia. (Ermanno Eandi)Pierpaolo Paosolini Ti chiamavano “Stukas”, indomabile Pierpaolo, pronto a scattare in profondità correndo sulla fascia, per poi scendere in picchiata in area, bruciando la difesa. Nagual AnarcoPANico – Avigliana (Torino) Una danza guerriera, primitiva e terrificante incita gli “All Blaks”, dalle lance indomite, l’orgoglio primordiale del popolo Maori, rivive nel rituale neozelandese, prepara le anime allo scontro, pronte per la vittoria. Ci vuole coraggio a vivere felici. (Ermanno Eandi)Penso Che senso ha la partita con un fazzoletto sul volto e una spranga al collo del vicino di tribuna. A capodanno hai prenotato nel locale più esclusivo della tua città? Il poeta triestino è stato il primo, nella nostra letteratura, a mettere in poesia – questa volta il termine è più che appropriato – il caleidoscopico mondo del pallone e l’ha fatto seguendo pienamente quelle che sono le caratteristiche di tutta la sua produzione. Ma la collina non si muove sta sempre e solo per muoversi ma non si muove MAI, solo la coda di nuvole che ha si slancia in avanti in avanti in avanti come Pulici verso la porta avversaria. Il suo Canzoniere è quasi un romanzo, un racconto lineare. Giuseppe e Carmine sono lì, fermi, in attesa, con i remi in mano e la tensione a livello del mare. Scommettiamo? L’anno dopo l’America, il titolo mondiale, il mito. Le lancette del tachimetro s’innalzano, la magìa della corsa inizia. (Ermanno Eandi) Carro armato di carta Io dico basta a chi ruba i sogni ai bambini, a chi gioca con la vita degli altri come fosse un orrido videogame. Hanno venduto la loro nobiltà per un gruzzolo di immondizia, inique slot-machine nel casinò dello sport, predatori dell’etica perduta, nella valle dell’insensato. Versi di nobile affetto per il più grande bianconero di tutti i tempi. Circondati da allibratori, uccelli di rapina e serpenti tentatori, questi eroici gladiatori dei tempi moderni con appannaggi faraonici e un cervello da pitecantropo, divorano lo spettacolo, le sofferenze e le speranze del pubblico. Non chiamiamo nubi. Non accettasti una vita da morto e scegliesti di morire per continuare a vivere… nella leggenda. (Anonimo) Nello sci dovete usare il cervello, che è la parte più importante della vostra attrezzatura. Lasciamo che essi rimangano lo specchio, pulito, di magiche coreografie, di grande tifo, colore e gioia sugli spalti, di colpi di tacco e splendide giocate in campo. Un affresco sociale degli anni settanta. Folgore di gioia, in un mondo cupo. Lo ha realizzato un pittore di scuola veneta, il famoso Alessandro Del Piero, detto “il Pinturicchio”, l’artista del gol. (Ermanno Eandi)Naufrago dentro di te Naufrago invisibile perso nel mare del tuo grido. Quasi nessuno si ricorda il nome del vincitore della maratona di Londra, ma l’atto eroico del piccolo italiano è impresso nella memoria di tutti, vinse perdendo, la gara dello sport, della sofferenza e dell’anima. (scritta per Smith e Carlos…due uomini contro l’APARTHEID. Amava dire che una squadra di calcio È come un gruppo di operai Dove emerge il numero 10 (come RIVERA) Specializzato in arte. Inventasti i “podemi”, fonemi con i tacchetti, agili parole che scrivono un racconto di novanta minuti, con ventidue volti e quarantaquattro gambe. Sul tavolo rimbalza, saltella, cade prostrata più della mia anima evanescente. Maria Rosa Oneto (Rapallo – GE) Il primo gol e la grande emozione del marcatore e di chi lo ama, gli vuole bene ed ha seguito con tanti sacrifici il proprio figlio. Questo è il vero razzismo, le fradice frasi dei barbari diventano quasi ridicole macchiette di cabaret, rispetto al velenoso morso dei coccodrilli in giacca e cravatta. Will the low rates continue? E' uno dei proverbi popolari più citati nei tempi recenti. Di nera pece travesto ombre, ruotando nella geometria del corpo una corazza difensiva. Toto nero, piedi sporchi, tutto nero. Occhi a mandorla la scrutano farsi gialla e suonare un'ouverture a colpi di paletta. Infine l’auto del destino, che lo inchioda ma non lo annienta. Alex Del Piero Al ragazzo che in campo dona il suo cuore e spiazza ogni difensore; al ragazzo che non protesta e mai contesta, al ragazzo che è sempre leale, anche in Nazionale,; al ragazzo che nella Juventus è nato e maturato, ha vissuto ed è cresciuto, al ragazzo dal cuore bianconero, al nostro campione vero. Il che dovrebbe suscitare una riflessione anche nei riguardi del nostro presente, in cui ormai l’attività sportiva sembra essersi spogliata del suo reale valore, riducendosi spesso a puro esibizionismo, a esaltazione dell’individualismo del singolo campione e a giri di denaro e scommesse. Molti avversari si sovrappongono fra me e la rete buttandomi a terra, ma niente mi impedirà di segnare il mio gol, prima che la partita della vita, sarà conclusa. Hai fatto la lampada? Lungo quella strada Lontano da casa Muore un uomo Inizia la leggenda. Il colore del rispetto, che unisce e comprende, contro il colore della razza, che scinde e ghettizza. Argomenti tesina: il superuomo, lo sport nel fascismo, la legislazione antidoping, lo sport in Gran Bretagna. Eppure anche lì, tra l’impegno sociale e la lotta, apparentemente ostile al calcio, si insinua l’amore per lo sport. Un nuovo anno appare, perderemo il tempo in assurdi trenini, uno dietro l’altro senza sapere dove andare, ci spareremo nel cranio bottiglie di frizzanti alcolici e poi, forse, nella notte più lunga, troveremo la via più breve per scoprire la semplice felicità: essere quello che siamo. (Ermanno Eandi)Gaetano Scirea Allo sfortunato Gaetano Scirea, indimenticabile Capitano di una Juventus irripetibile. Quante volte hai impugnato l’arco della fantasia, teso fino al limite, per centrare un sorriso. Carlo Bramanti – Augusta (Siracusa) La sensibilità e l’armonia si sposano nella poesia di Carlo Bramanti, la ricerca di un limpido cielo sia sugli spalti che in campo, libero da opache nubi che oscurano la gioia dello sport. Al via per l'Italia la Conferderation Cup 2009 (0) Con le partite Sudafrica-Iraq e Nuova Zelanda- Spagna è iniziata ieri la Conferderation Cup 2009 (14 - 28 giugno 2009), il torneo […] Il wrestling perde una leggenda, morto Edward Fatu (0) Sono i Campioni della vita quotidiana, giovani in armonia con il mondo, sulla maglia hanno uno sponsor diverso: la voglia di vivere. Maurizio Spagna - Rolo (R.E.) Sports Sports. Nel sito ci sono altre poesie famose, nella rubrica angolo delle poesie, espressione dei momenti in cui ci si raccoglie intorno ai propri sentimenti e si esprime la propria gioia o la propria sofferenza. E d'incanto il tuo camminare di ragazza. Sventolava una bandiera. I nostri cuori preolimpici saranno lì, con gli eroi azzurri, a placcare pensieri, guadagnando yarde e ricordi, con l’anima in mischia, a rincorrere una meta, scaraventando oltre la porta i nostri sogni. Descrive la graffiante realtà dei poveri cani che, non potendo più correre, soffrono l’atroce prigionia. L'arbitro fischia e lo sport si trasforma in spettacolo, con il fango al posto delle paillette. Le partite, tutte, si giocano anche sotto lembi di cielo terso, che il mondo chiama occhi di bimbo. Sognavi, mescolando pellicole e versi, triturando l’arte, cercando nuovi e impossibili passaggi a Nord-Ovest, tra la letteratura e la celluloide. Ermanno EandiInter: come ieri Come ieri Uno scatto di Vieri, la polvere agli avversari di Cordoba le capriole di Oba l’annosa questione dell’allenatore Cambiasso che lotta con vigore, ma il tema non cambia qui non si vince neanche contro lo Zambia non si leva un ragno dal buco come disse una volta un eunuco. Uomo contro uomo, motore contro motore. Il nostro capitano, entrando in campo, tocca il terreno e fa il segno della croce. Una volta estirpato, la gioia e l’amore per il calcio ritorneranno e tutto sarà come prima: maledettamente meraviglioso. I tedeschi, quelli dell’Est, sono agguerriti e preparati, daranno filo da torcere. Si rischia di vincere per consolazione il cucchiaio di legno, malgrado l'impegno, ma questo Sei Nazioni ci regalerà sempre tante emozioni! I sogni si stringono e stritolano la vita. Arenadi ligustica tradizione,culladi acquatica disciplina. Preziosa biografia in versi dedicata ad Ambrogio Fogar. Inventasti i “podemi”, fonemi con i tacchetti, agili parole che scrivono un racconto di novanta minuti, con ventidue volti e quarantaquattro gambe. Pensiamo che nei confini del pensiero Esiste un uomo che ringiovanisce la storia Dalla sua vecchia terra di conquista . L’arciere del destino scocca con precisione la freccia dell’anima, che lentamente s’invola e raggiunge il bersaglio più difficile: il centro dei propri pensieri. La voce di Giampiero Galeazzi scolpisce, voga, s’increspa, s’infiamma, si inonda di tripudio nell’esultanza della Nazione. Juan Pomponio – Buenos Aires – Argentina Il mare con la sua scenografia naturale e maliarda cattura l’anima di Juan e la porta a naufragare in oceano di passione. “Non li prendono più!”. (Ermanno  Eandi) Alessandro Del Piero Nella sala più prestigiosa della pinacoteca del calcio c’è un nuovo e stupendo affresco. L’affetto per l’intrepido corpo dei paracadutisti con il loro basco amaranto e infine il dolore per un fiore reciso troppo in fretta nel l’ultimo lancio contro il destino. Tesina maturità ragioneria sullo sport. (Ermanno  Eandi) VALENTINO ROSSI Vestito di blu si cala lentamente il casco, due ruote lo attendono. La nera bandiera con il teschio e le tibie incrociate sventolante sull’albero maestro fu l’ispirazione, le tenebre fecero il resto. (Ermanno Eandi)Capita cavalcando L'immediata risalita sul destriero disarcionatore, fa convincere il cavaliere che la vera forza sta nel perdonare l'ostacolo imprevisto, in quanto lezione, di vita e crescita. Tommaso Chimenti - Sesto Fiorentino (FI) Una parodia nero-azzurra in rima baciata. Il suo grido è rimbombato in tutti gli stadi e tutte le anime sensibili sono al suo fianco, in un solidale abbraccio, per uno sport sano e un mondo migliore. Non dubito che, fattesi le ossa, sia Valentino Rossi con la Rossa. Ma quel giorno non era la festa del Santo Patrono di Ascoli. Il punto di partenza è il coraggio, il carburante è l’avventura, la meta è l’oltre che stimola la ricerca. Accelero con tutta la voglia di percepire, saggiare, quella stimolazione forte e vigorosa che 152 destrieri ti possono donare. La mia unica spada è una biro, spargendo inchiostro ma mai sangue, continuerò a lottare sul mio carro armato di carta. (Ermanno  Eandi) Il romantico Peppino Pungente umorismo Sottile intelligenza, Queste le doti Del Mitico interista Prima uomo, Dopo tifoso E’ bello il calcio Quando, i sentimenti dei puri Abbattono le barriere E regala ancora emozioni Questo pazzo football… Sensazioni genuine Come sincero era il cuore Del romantico Peppino Sempre vivo Nella memoria della sua gente Stefano Mauri, Crema Poesia dedicata all’indimenticabile Peppino Prisco, simbolo di una galante ironia, che con le sue effervescenti nerazzurre sentenze, divertiva e castigava il mondo del calcio italiano.

Numero 35 Telefono, Giornata Mondiale 30 Settembre, Si Può Amare Dopo Un Mese, Carlo Pietropoli Instagram, Nomi Giornaliste Tg2, Nomi Di Frati, Come Superare La Rabbia Verso Una Persona, Webcam Bardolino Centro Nautico,


poesia sullo sport

Ermanno Eandi Flavio Briatore (una voce decisa) /Via radio…. Immobile oceano di sabbia silente, divorato dal sole, frantumato dal vento, gigantesco turbante giallo dell’Africa, arida tovaglia con sporadici ricami d’oasi verde, lentamente attende . Naviga contro corrente, contro vento e contro tutti, un giorno un’orca sbranò i sogni, una zattera di morte e di delirio settantaquattro giorni lunghi mille anni, poi la salvezza ma non per tutti. Sport: pagina 1/43 di frasi inserite in PensieriParole. Simpatica la percussiva ripetizione del come Rivera, che diventa un motivo conduttore della poesia. Ed io in avanti con il vento degli anni andati non distinguo più il tuo sorriso ma ancora adesso la Domenica aspetto che ti svegli su quel divano. Giuseppe Demarch – Bologna La memoria di due voci: la prima roca e sportiva di Sandro Ciotti e l’altra simpatica e americana di Ruggero Orlando. Il rugby: uno sport rude, ma puro nei sentimenti, dove il vincitore, cavallerescamente, applaude lo sconfitto alla fine dell’incontro, lontano da diritti televisivi, moviole e altre diavolerie. Grazie Marco, per i preziosi versi. Una diretta nei ricordi, per una vittoria eterna. L’autore cerca un punto d’incontro tra il pugilato (realmente amato dall’artista francese) e il football che piace a lui, e infine ci delizia con una ficcante e pungente immagine, dove paragona gli indomiti Apache di Geronimo, che calano dall’alto del canyon e attaccano le “giacche azzurre,” all’ingresso in campo dei calciatori del Paris Saint Germain. (Ermanno  Eandi) A Valentino Rossi Il sogno del volo Libero nell’azzurro Rettifilo incrociato dei nodi Dell’esistere Corri come il vento sulle dune Lasci sudore e polvere Dietro a una scia di stelle Il sogno della corsa senza fine Che è questa vita Stretta in una morsa di poco significato L’assenza dell’atto eroico In questo vivere quotidiano Davvero quotidiano Non si compera il volo Sfugge la corsa al mercante Il tuo corpo adolescente che si piega Fino a sfiorare la terra che brucia Il modo giocoso che hai Di sfidare la morte E la vita insieme Che della stessa materia Ci stanno appiccicate addosso Vilma Viora (Torino) Versi introspettivi, magici, profondi, dedicati alle sensazioni che provoca il grande campione. Centro! Pittiamo di luce questo opaco mondo, rendiamoci trasparenti per amare tutti i colori e libriamoci nel cielo della giustizia. (Ermanno Eandi)Ippodromo Criniere gonfiate dal vento, manti pezzati che brillano i guizzi di muscoli tesi alla corsa, narici che soffiano forte il fumo del fresco dell’aria. Un grido di guerra maori che sale come un tuono Dall'alba dell'uomo Su un campo di rugby A rimembrare ancora Che la vita è lotta Ma questa volta sia almeno leale E che il guerriero atleta Dimostri il proprio coraggio Anche oggi è un buon giorno Per morire , n'est ce pas? Poi l’uncino si impigliò, folle arrembanti si insinuarono nel tuo galeone, uccelli di rapina, contrabbandieri, amici di falso aspetto e di sorriso vacuo, per mangiare la tua gloria, sacerdoti macabri di piaceri sterili. Una poesia sincera, di giusta condanna, ma con un finale che esalta l’anima di chi ama lo sport puro. Ma nessuno oggi appar paragonabile al pilota tedesco: è un opinione assai diffusa, non senza ragione; Michael sembra proprio inarrivabile. Bergomi milanista Anche tu nella grossa lista Degli insoddisfatti, dei delusi Da troppo tempo illusi, che qualcosa cambi nella favola di Bambi del brutto anatroccolo che non regge più il moccolo ma si esalta e Galliani il secondo eterno una volta ogni tanto salta come al Lotto un secco terno. Antonio Fabi Versi allegri e frizzanti partono dal presente e sfrecciano rombando nel futuro di Valentino. E infine la solitudine, quel senso di atroce libertà e silenzio, il non parlare se non con il proprio io per mesi. Ignari esprimete con quello antiche cose meravigliose sopra il verde tappeto, all'aria, ai chiari soli d'inverno. Gioia immensa realizzai il sogno della mia vita. Accanto a lui un ribollire di motori, scalpitano i secondi, il tempo diventa irreale. Ermanno Eandi Ci sono cose CI SONO COSE CHE NON SI POSSONO SCRIVERE SI POSSONO SOLO DIVIDERE SENSAZIONI DI INCERTEZZA TENSIONE CHE NON TROVA UNA RISPOSTA SI ACCAVALLANO COME NUBI DENSE LIBERE DI SCORRAZZARE SULLA PRATERIA DELLA CONSAPEVOLEZZA E ALLA FINE RIESCI A TROVARE IL BANDOLO DELLA MATASSA LASCIAR FUORI L'EGOISMO AIUTA RIDIMENSIONAMENTO NATURALE NON ESISTONO PERSONE SBAGLIATE ESISTONO SOLO PERSONE DIVERSE E FORTUNATAMENTE ...OGNUNO DI NOI LO E' GIUSEPPE ALOE', - PRATO (FI) Nelle sensazioni provocate della scelta di vivere c’è l’essenza della nostra storia, il vero sbaglio è il non essere diversi, o nel non comprendere la diversità degli altri. (Ermanno  Eandi) Il quarterback Lontano dal corpo difeso Tendevo le ali del lancio E la visione ripresa nei lacci Rimaneva nelle yards ostinate. (Ermanno  Eandi)  Calciatori Traditori Sentite cosa dico la storia che racconto, del grande calciatore che ha girato il mondo. Memorabili le tue sentenze al peperoncino, a volte eri spinoso come un fico d’india e talvolta eri dolce come il latte di mandorla e la cassata, il tuo cuore protetto da uno scrigno di spine per difendere la tua dolce sensibilità .Ciao Francesco Scoglio, nomade del football. Lascia alla grande Il combattente, Una vita bruciata Fuggendo dai fantasmi. Nello stagno delle yards, l’anatra imprendibile corre verso il suo destino con il suo difficile compito. Dobbiamo rispondere con determinazione davanti ad ogni sopruso e costruire con umiltà e zelo tutti i giorni, tassello dopo tassello, il muro della gioia. Per incoraggiarti e darti una spinta in più, abbiamo raccolto tutte le frasi belle sullo sport, quelle motivazionali e di augurio.Oltre alle classiche citazioni ed aforismi, vi troverai anche frasi sulle passioni sportive e dediche sulla vittoria ed il coraggio di non mollare.. Vediamo quindi quali sono le parole migliori per sé stessi o i pensieri più belli da condividere con i tuoi cari. Stefano Pastori (Milano) S’innestano le marce della vita, la rapida successione eleva lo spirito, icaro e centauro in volo d’asfalto dove plana la libertà e il vento ci sussurra l’immortalità d’un istante. Il sito fornisce servizi per l'edilizia con consulenze per tecnici, enti, cittadini. "dice un supporter convinto. (Ermanno  Eandi) Campioni e doping Una medaglia al collo, un’impresa epica, un’olimpiade o un tour vinto, una nazione ti ama, sentirsi un campione, un’atleta che fa sognare illudere chi non ha mai vinto; un giorno, una mattina una star poi una vita calpestata piena di sospetti, una leggenda cancellata dissipata nel doping. Che sia basket, calcio, ciclismo, nuoto o atletica, che sia praticato a livello amatoriale o agonistico, in palestra o all’aria aperta, non importa: quello che è importante è muoversi! Torna presto a trovarci ripetevo. Su un campo di periferia, alcuni ragazzi calciano la loro storia. creando quadri di fantasia! (Ermanno  Eandi) Non chiamiamo nubi Non dimentichiamolo. Labile è il confine fra gioco e sport, fra emulazione ed agonismo. lo sport e la poesia;le poesie sul calcio di umberto Saba. La poesia dello sport Lo sport in versi Sono alcuni esempi di versi pubblicati nella Rubrica "la poesia dello Sport" curata dal Poeta Ermanno Eandi, nata nel quotidiano "Tuttosport "e proseguita nel quotidiano "QS" (l'organo sportivo di QN, giornale che raggruppa "Il Giorno", "La Nazione" e "Il Resto del Carlino". Lo sguardo altero, da esseri superiori di certi commessi, convinti di perdere tempo con quel negro, che viene solo a farsi bello, ma non comprerà mai i loro pregiati capi. Riccardo Panero – Fossano (Cuneo) Una poesia limpida, felice, germoglia dal cuore, sfiora l’arpa dei sentimenti e colora di granata la gioia intensa e immensa della risalita in serie A… che bello! Alberto Presutti - Firenze L’ardua salvezza della Squadra Viola, contro tutto e tutti. E quel non far niente aspettando che ti svegli. Quindi si rifugia in gesti estremi, sgrana parole insicure, pronte ad essere fraintese. Pietro Treccani Il rito dell’equitazione, la sacralità del cavallo e la misticità del fantino, racchiusi in un tutt’uno, come un corpo solo, un centauro di armonia. (Ermanno Eandi)Pierpaolo Paosolini Ti chiamavano “Stukas”, indomabile Pierpaolo, pronto a scattare in profondità correndo sulla fascia, per poi scendere in picchiata in area, bruciando la difesa. Nagual AnarcoPANico – Avigliana (Torino) Una danza guerriera, primitiva e terrificante incita gli “All Blaks”, dalle lance indomite, l’orgoglio primordiale del popolo Maori, rivive nel rituale neozelandese, prepara le anime allo scontro, pronte per la vittoria. Ci vuole coraggio a vivere felici. (Ermanno Eandi)Penso Che senso ha la partita con un fazzoletto sul volto e una spranga al collo del vicino di tribuna. A capodanno hai prenotato nel locale più esclusivo della tua città? Il poeta triestino è stato il primo, nella nostra letteratura, a mettere in poesia – questa volta il termine è più che appropriato – il caleidoscopico mondo del pallone e l’ha fatto seguendo pienamente quelle che sono le caratteristiche di tutta la sua produzione. Ma la collina non si muove sta sempre e solo per muoversi ma non si muove MAI, solo la coda di nuvole che ha si slancia in avanti in avanti in avanti come Pulici verso la porta avversaria. Il suo Canzoniere è quasi un romanzo, un racconto lineare. Giuseppe e Carmine sono lì, fermi, in attesa, con i remi in mano e la tensione a livello del mare. Scommettiamo? L’anno dopo l’America, il titolo mondiale, il mito. Le lancette del tachimetro s’innalzano, la magìa della corsa inizia. (Ermanno Eandi) Carro armato di carta Io dico basta a chi ruba i sogni ai bambini, a chi gioca con la vita degli altri come fosse un orrido videogame. Hanno venduto la loro nobiltà per un gruzzolo di immondizia, inique slot-machine nel casinò dello sport, predatori dell’etica perduta, nella valle dell’insensato. Versi di nobile affetto per il più grande bianconero di tutti i tempi. Circondati da allibratori, uccelli di rapina e serpenti tentatori, questi eroici gladiatori dei tempi moderni con appannaggi faraonici e un cervello da pitecantropo, divorano lo spettacolo, le sofferenze e le speranze del pubblico. Non chiamiamo nubi. Non accettasti una vita da morto e scegliesti di morire per continuare a vivere… nella leggenda. (Anonimo) Nello sci dovete usare il cervello, che è la parte più importante della vostra attrezzatura. Lasciamo che essi rimangano lo specchio, pulito, di magiche coreografie, di grande tifo, colore e gioia sugli spalti, di colpi di tacco e splendide giocate in campo. Un affresco sociale degli anni settanta. Folgore di gioia, in un mondo cupo. Lo ha realizzato un pittore di scuola veneta, il famoso Alessandro Del Piero, detto “il Pinturicchio”, l’artista del gol. (Ermanno Eandi)Naufrago dentro di te Naufrago invisibile perso nel mare del tuo grido. Quasi nessuno si ricorda il nome del vincitore della maratona di Londra, ma l’atto eroico del piccolo italiano è impresso nella memoria di tutti, vinse perdendo, la gara dello sport, della sofferenza e dell’anima. (scritta per Smith e Carlos…due uomini contro l’APARTHEID. Amava dire che una squadra di calcio È come un gruppo di operai Dove emerge il numero 10 (come RIVERA) Specializzato in arte. Inventasti i “podemi”, fonemi con i tacchetti, agili parole che scrivono un racconto di novanta minuti, con ventidue volti e quarantaquattro gambe. Sul tavolo rimbalza, saltella, cade prostrata più della mia anima evanescente. Maria Rosa Oneto (Rapallo – GE) Il primo gol e la grande emozione del marcatore e di chi lo ama, gli vuole bene ed ha seguito con tanti sacrifici il proprio figlio. Questo è il vero razzismo, le fradice frasi dei barbari diventano quasi ridicole macchiette di cabaret, rispetto al velenoso morso dei coccodrilli in giacca e cravatta. Will the low rates continue? E' uno dei proverbi popolari più citati nei tempi recenti. Di nera pece travesto ombre, ruotando nella geometria del corpo una corazza difensiva. Toto nero, piedi sporchi, tutto nero. Occhi a mandorla la scrutano farsi gialla e suonare un'ouverture a colpi di paletta. Infine l’auto del destino, che lo inchioda ma non lo annienta. Alex Del Piero Al ragazzo che in campo dona il suo cuore e spiazza ogni difensore; al ragazzo che non protesta e mai contesta, al ragazzo che è sempre leale, anche in Nazionale,; al ragazzo che nella Juventus è nato e maturato, ha vissuto ed è cresciuto, al ragazzo dal cuore bianconero, al nostro campione vero. Il che dovrebbe suscitare una riflessione anche nei riguardi del nostro presente, in cui ormai l’attività sportiva sembra essersi spogliata del suo reale valore, riducendosi spesso a puro esibizionismo, a esaltazione dell’individualismo del singolo campione e a giri di denaro e scommesse. Molti avversari si sovrappongono fra me e la rete buttandomi a terra, ma niente mi impedirà di segnare il mio gol, prima che la partita della vita, sarà conclusa. Hai fatto la lampada? Lungo quella strada Lontano da casa Muore un uomo Inizia la leggenda. Il colore del rispetto, che unisce e comprende, contro il colore della razza, che scinde e ghettizza. Argomenti tesina: il superuomo, lo sport nel fascismo, la legislazione antidoping, lo sport in Gran Bretagna. Eppure anche lì, tra l’impegno sociale e la lotta, apparentemente ostile al calcio, si insinua l’amore per lo sport. Un nuovo anno appare, perderemo il tempo in assurdi trenini, uno dietro l’altro senza sapere dove andare, ci spareremo nel cranio bottiglie di frizzanti alcolici e poi, forse, nella notte più lunga, troveremo la via più breve per scoprire la semplice felicità: essere quello che siamo. (Ermanno Eandi)Gaetano Scirea Allo sfortunato Gaetano Scirea, indimenticabile Capitano di una Juventus irripetibile. Quante volte hai impugnato l’arco della fantasia, teso fino al limite, per centrare un sorriso. Carlo Bramanti – Augusta (Siracusa) La sensibilità e l’armonia si sposano nella poesia di Carlo Bramanti, la ricerca di un limpido cielo sia sugli spalti che in campo, libero da opache nubi che oscurano la gioia dello sport. Al via per l'Italia la Conferderation Cup 2009 (0) Con le partite Sudafrica-Iraq e Nuova Zelanda- Spagna è iniziata ieri la Conferderation Cup 2009 (14 - 28 giugno 2009), il torneo […] Il wrestling perde una leggenda, morto Edward Fatu (0) Sono i Campioni della vita quotidiana, giovani in armonia con il mondo, sulla maglia hanno uno sponsor diverso: la voglia di vivere. Maurizio Spagna - Rolo (R.E.) Sports Sports. Nel sito ci sono altre poesie famose, nella rubrica angolo delle poesie, espressione dei momenti in cui ci si raccoglie intorno ai propri sentimenti e si esprime la propria gioia o la propria sofferenza. E d'incanto il tuo camminare di ragazza. Sventolava una bandiera. I nostri cuori preolimpici saranno lì, con gli eroi azzurri, a placcare pensieri, guadagnando yarde e ricordi, con l’anima in mischia, a rincorrere una meta, scaraventando oltre la porta i nostri sogni. Descrive la graffiante realtà dei poveri cani che, non potendo più correre, soffrono l’atroce prigionia. L'arbitro fischia e lo sport si trasforma in spettacolo, con il fango al posto delle paillette. Le partite, tutte, si giocano anche sotto lembi di cielo terso, che il mondo chiama occhi di bimbo. Sognavi, mescolando pellicole e versi, triturando l’arte, cercando nuovi e impossibili passaggi a Nord-Ovest, tra la letteratura e la celluloide. Ermanno EandiInter: come ieri Come ieri Uno scatto di Vieri, la polvere agli avversari di Cordoba le capriole di Oba l’annosa questione dell’allenatore Cambiasso che lotta con vigore, ma il tema non cambia qui non si vince neanche contro lo Zambia non si leva un ragno dal buco come disse una volta un eunuco. Uomo contro uomo, motore contro motore. Il nostro capitano, entrando in campo, tocca il terreno e fa il segno della croce. Una volta estirpato, la gioia e l’amore per il calcio ritorneranno e tutto sarà come prima: maledettamente meraviglioso. I tedeschi, quelli dell’Est, sono agguerriti e preparati, daranno filo da torcere. Si rischia di vincere per consolazione il cucchiaio di legno, malgrado l'impegno, ma questo Sei Nazioni ci regalerà sempre tante emozioni! I sogni si stringono e stritolano la vita. Arenadi ligustica tradizione,culladi acquatica disciplina. Preziosa biografia in versi dedicata ad Ambrogio Fogar. Inventasti i “podemi”, fonemi con i tacchetti, agili parole che scrivono un racconto di novanta minuti, con ventidue volti e quarantaquattro gambe. Pensiamo che nei confini del pensiero Esiste un uomo che ringiovanisce la storia Dalla sua vecchia terra di conquista . L’arciere del destino scocca con precisione la freccia dell’anima, che lentamente s’invola e raggiunge il bersaglio più difficile: il centro dei propri pensieri. La voce di Giampiero Galeazzi scolpisce, voga, s’increspa, s’infiamma, si inonda di tripudio nell’esultanza della Nazione. Juan Pomponio – Buenos Aires – Argentina Il mare con la sua scenografia naturale e maliarda cattura l’anima di Juan e la porta a naufragare in oceano di passione. “Non li prendono più!”. (Ermanno  Eandi) Alessandro Del Piero Nella sala più prestigiosa della pinacoteca del calcio c’è un nuovo e stupendo affresco. L’affetto per l’intrepido corpo dei paracadutisti con il loro basco amaranto e infine il dolore per un fiore reciso troppo in fretta nel l’ultimo lancio contro il destino. Tesina maturità ragioneria sullo sport. (Ermanno  Eandi) VALENTINO ROSSI Vestito di blu si cala lentamente il casco, due ruote lo attendono. La nera bandiera con il teschio e le tibie incrociate sventolante sull’albero maestro fu l’ispirazione, le tenebre fecero il resto. (Ermanno Eandi)Capita cavalcando L'immediata risalita sul destriero disarcionatore, fa convincere il cavaliere che la vera forza sta nel perdonare l'ostacolo imprevisto, in quanto lezione, di vita e crescita. Tommaso Chimenti - Sesto Fiorentino (FI) Una parodia nero-azzurra in rima baciata. Il suo grido è rimbombato in tutti gli stadi e tutte le anime sensibili sono al suo fianco, in un solidale abbraccio, per uno sport sano e un mondo migliore. Non dubito che, fattesi le ossa, sia Valentino Rossi con la Rossa. Ma quel giorno non era la festa del Santo Patrono di Ascoli. Il punto di partenza è il coraggio, il carburante è l’avventura, la meta è l’oltre che stimola la ricerca. Accelero con tutta la voglia di percepire, saggiare, quella stimolazione forte e vigorosa che 152 destrieri ti possono donare. La mia unica spada è una biro, spargendo inchiostro ma mai sangue, continuerò a lottare sul mio carro armato di carta. (Ermanno  Eandi) Il romantico Peppino Pungente umorismo Sottile intelligenza, Queste le doti Del Mitico interista Prima uomo, Dopo tifoso E’ bello il calcio Quando, i sentimenti dei puri Abbattono le barriere E regala ancora emozioni Questo pazzo football… Sensazioni genuine Come sincero era il cuore Del romantico Peppino Sempre vivo Nella memoria della sua gente Stefano Mauri, Crema Poesia dedicata all’indimenticabile Peppino Prisco, simbolo di una galante ironia, che con le sue effervescenti nerazzurre sentenze, divertiva e castigava il mondo del calcio italiano.

Numero 35 Telefono, Giornata Mondiale 30 Settembre, Si Può Amare Dopo Un Mese, Carlo Pietropoli Instagram, Nomi Giornaliste Tg2, Nomi Di Frati, Come Superare La Rabbia Verso Una Persona, Webcam Bardolino Centro Nautico,


Dove siamo

Where we are

Contatti

Contacts

Azienda Agricola Mauro poesia sullo sport
Via Filanda 100, 34071 Cormòns (GO) Italy

TEL/FAX: +39 0481 60998 MAIL: info@poesia sullo sportmauro.it P.IVA 00534800313